Monte Pilastro da Somana - Variante 2

 

Indietro (torna alla relazione)    Indietro (torna al percorso base)    Escursionismo

 

In primo piano vediamo gli orti e gli ulivi a monte delle case di Sonvico, poco oltre le quali si riesce a vedere anche il campanile della chiesa parrocchiale di Somana. Sulla sponda del lago si stende Mandello del Lario. Sullo sfondo si alzano i monti del Triangolo Lariano con il Monte San Primo (1682 m) sulla destra  (la cima è la piccola elevazione che si vede praticamente contro il margine della fotografia).
   
Dal dosso che si raggiunge dopo aver superato di un buon tratto la baita a quota 720 m circa si può ammirare un bel panorama sul Lago di Como e in particolare sul ramo di Lecco. Nella foto si distinguono la punta di Bellagio e, contro il cielo, i monti di Tremezzo (al centro della foto).
   
Anche questa foto è stata scattata dal dosso della foto precedente, ma guardando verso monte. Contro il cielo si vede la cresta Ovest dello Zucco Sileggio. La cima, o meglio il punto su cui è stata eretta la croce di metallo, è sulla destra e appare più bassa per effetto della prospettiva.
   
La croce dello Zucco Sileggio, eretta nel punto il cui la cresta Ovest gira a sinistra e, verso Nord, raggiunge la cima vera e propria. Da questo punto, infatti, la croce è ben visibile anche dal basso (cosa che sarebbe impossibile se si trovasse sulla cima). Da qui si gode un panorama molto bello sul gruppo delle Grigne, sul Lago di Como (ramo di Lecco) e sulle montagne del Triangolo Lariano) dai Corni di Canzo al Monte San primo) e su parte dei monti del Lario Occidentale.
   
La Grigna Settentrionale (2410 m) vista dallo Zucco Sileggio. A sinistra della cima scende la lunga e interessante Cresta di Piancaformia; dalla parte opposta si dirige la cresta che unisce la Grigna Settentrionale (Grignone) alla Grigna Meridionale (Grignetta). Sotto la grossa nube si vede la spettacolare parete meridionale del Sasso Cavallo (1923 m), una delle strutture più imponenti e alpinisticamente importanti del gruppo delle Grigne.
   
Particolare della foto precedente ripreso con il teleobiettivo. L'immagine mette in risalto soprattutto la struttura dolomitica del Sasso Cavallo (sulla destra, purtroppo in parte coperto dalla grossa formazione nuvolosa).
   
Questa foto è stata scattata dalla cima dello Zucco Sileggio e mostra innanzitutto il piccolo Bivacco Mario Sforza, costruito nel 2007 dalla Comunità Montana del Lario Orientale. E' costituito di due locali, di cui solo uno aperto e accessibile (non ci sono posti letto). Contro il cielo, da sinistra a destra, si vedono: il Monte Palagia (1549 m), il Monte Pilastro (1823 m), La Bocchetta di Prada (1626 m) e l'inizio della Cresta di Piancaformia
   
I bellissimi colori dell'autunno in una foto scattata non lontano dalla Bocchetta di Verdascia.
   

Indietro (torna alla relazione)    Indietro (torna al percorso base)    Escursionismo