Tour dell'Argentera - Prima tappa

 

Indietro (torna alla relazione della tappa)    Indietro (torna alla pagina introduttiva)

 

Partenza da Sant'Anna di Valdieri. Sulle case del paese sono stati dipinti diversi murales, alcuni dei quali si riferiscono alla coltivazione della segale (a Sant'Anna si trova anche un Ecomuseo della Segale).

Nella prima parte della salita si cammina in un fitto bosco misto di latifoglie. Guardando in basso a sinistra si possono ammirare le limpide pozze e le piccole cascate formate dal Rio della Meris (a sinistra). Nella foto a destra: in cammino lungo il mezzacosta che dal Gias del Prato porta al successivo Gias del Chiot della Sella.

Ed eccoci al Gias del Chiot della Sella con gli edifici delle ex Case Reali di Caccia, visibili nella foto a sinistra. Nella foto a destra (ripresa guardando verso valle) vediamo, tra l'altro, il lungo mezzacosta che dal Gias del Chio della Sella conduce al Lago Sottano della Sella da cui, con una brevissima deviazione, si sale al Rifugio Dante Livio Bianco, meta della tappa.

Nella foto a sinistra vediamo la bella cascata formata dal Rio della Meris appena uscito dal lago. Sulla sinistra, contro il cielo nuvoloso (e in parte coperte dalle stesse nubi), vediamo due elevazioni rocciose: quella di destra la Rocca la Paur e l'intaglio tra le due il Colle Est della Paur, da cui si transita nel corso della seconda tappa. A destra vediamo invece un primo piano della cascata: si vede anche il robusto ponte (largo ma senza parapetti) da attraversare per salire al rifugio.

A sinistra vediamo il Lago Sottano della Sella come appare dal Rifugio Dante Livio Bianco (visibile nella foto a destra).

Indietro (torna alla relazione della tappa)    Indietro (torna alla pagina introduttiva)