Alpe Sassoledo (incisioni rupestri)

 

Indietro (torna alla relazione)   Escursionismo

 

La mappa rappresenta molto schematicamente la posizione delle incisioni rupestri dell'Alpe Sassoledo. Non ha alcuna pretesa di rigore topografico, ma credo sia utile per reperire velocemente soprattutto il masso con le incisioni alberiformi, meno facile da individuare sul terreno.

L'Alpe Roi: balcone panoramico affacciato sull'Ossola e sulla Val Vigezzo. Nella foto si distinguono il paese di Trontano (proprio sopra le baite) e Domodossola. La grande macchia grigia al centro della foto è il "ricordo" lasciato dalla più recente alluvione che, in questo punto, ha distrutto anche un tratto della superstrada del Sempione.

L'Alpe Sassoledo immersa nei magnifici colori dell'autunno. Si notano bene i due nuclei di baite: tra di loro, all'altezza delle case inferiori, ma sul costone dove sorgono quelle superiori, si trova il masso con le incisioni alberiformi. Dietro le case superiori si vede bene anche la placca di roccia su cui si trovano le altre incisioni (croci, date, iniziali).

Le incisioni dietro le case dell'Alpe Sassoledo superiore: croci, date, iniziali, testimonianze di una presenza umana che ha voluto in questo modo lasciare un segno, piccolo ma duraturo, del suo passaggio su queste montagne.

Particolare del masso con le incisioni alberiformi. Un piccolo albero si nota appena al di sopra del rettangolo con le lettere VA; un altro è visibile contro il margine superiore della foto ancora sopra il rettangolo con le due lettere; un terzo albero è visibile, ma con difficoltà, al centro della foto, un poco a destra del rettangolo già citato. Nella foto si osservano anche le coppelle e, sulla destra in basso (nella macchia di lichene grigio), una incisione a stella. Sono incisioni ottenute a polissoire, ossia per sfregamento ripetuto della roccia, quindi sono filiformi e poco profonde.

Indietro (torna alla relazione)   Escursionismo