L'Orrido di Bellano

 

Torna alla pagina introduttiva    Torna alla terza tappa

 

L'Orrido di Bellano, uno dei pi famosi della Lombardia, una forra naturale formatasi in 15 milioni di anni (dal tempo del disgelo del ghiacciaio dell'Adda) grazie all'azione delle acque del torrente Pioverna che, per erosione, hanno scavato una profonda gola tra Taceno, in Valsassina (il Pioverna nasce presso la Bocchetta di Campione, a 1813 m, nel gruppo delle Grigne) e Bellano.

 

La forza delle acque da parecchio tempo sfruttata dalle industrie locali per la lavorazione dei minerali, del pellame e pi recentemente dalle filande. Con l'introduzione dell'energia elettrica, sono state installate delle condotte ancora oggi in uso. Nonostante questi interventi dell'uomo, l'Orrido di Bellano conserva ancora una notevole suggestione, specie nei periodi in cui le acque sono pi abbondanti.

 

E' possibile visitare una parte della gola grazie a un sistema di passerelle infisse nella roccia. L'Orrido aperto tutto l'anno, ma con orari differenziati nei vari periodi. Dall'inizio di Aprile alla fine di Settembre visitabile tutti i giorni (dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 19) dall'inizio di Ottobre alla fine di Marzo visitabile solo il sabato, la domenica e nei giorni festivi (dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17). In estate (da luglio a settembre) prevista anche una suggestiva apertura serale (dalle 20,45 alle 22). In ogni caso gli orari di apertura possono essere verificati sul sito del Comune di Bellano (quelli riportati sono relativi al 2011). L'ingresso all'orrido a pagamento (4,00 nel 2011). Per informazioni si pu anche telefonare al n. 0341.821124 (Municipio).

 

Da alcuni anni allestita all'interno dell'Orrido una mostra di dinosauri a grandezza naturale. Nelle foto sono visibili un Tyrannosaurus Rex (a sinistra) e un Europasaurus (in primo piano nella foto a destra). La mostra non "permanente": ad esempio nel 2011 allestita dal 1 Aprile al 31 ottobre.

 

NOTA: Le informazioni contenute in questa pagina sono ricavate dal pieghevole in distribuzione all'ingresso dell'Orrido.

 

Torna alla pagina introduttiva    Torna alla terza tappa